Martello e Mazzetta Storia e Utilizzo Cover

Martello e Mazzetta Storia e Utilizzo

Martello e Mazzetta Storia e Utilizzo. Di UniPrice.

E’ sempre interessante scoprire come attrezzi che sono di uso comune portino in sè una storia antica fatta di simbologie e leggende. Il martello è tra questi. L’uomo primitivo probabilmente ha sperimentato molto presto il valore di questo strumento che poteva essere utilizzato come difesa o nella caccia. La forma rudimentale di questo oggetto consisteva in un sasso legato ad un lungo bastone e il martello litico appare in tutta l’Europa fino all’età del bronzo quando i martelli cominciano ad essere di metallo con il foro per l’immanicatura.

Martello e Mazzetta Storia e Utilizzo Martelli a Confronto

Martelli a Confronto, cambiano i materiali ma la forma è la stessa

Martello e Mazzetta Storia e Utilizzo

Simbologia del Martello

Fra gli Etruschi il martello, oltre che essere uno strumento di lavoro, aveva anche una funzione funeraria e simbolicamente utilizzato da Charun, dio della morte.

Il martello rappresenta la forza e l’attività ed è associato, nel Novecento, alla falce per identificare il proletariato, sia industriale che agricolo.

Nella simbologia massonica il martello, assieme allo scalpello, è lo strumento nelle mani del Maestro della Loggia che lavora la pietra ancora rozza, l’apprendista. La combinazione dei due strumenti, Martello e Scalpello, ovvero tra la forza di volontà e la capacità di discernimento, evidenziano il bisogno imprescindibile di combinare all’azione il pensiero, la forza di volontà e la determinazione ad agire per il bene secondo Virtù e Coscienza.

Il martello in legno è usato nei tribunali dove il giudice dichiara definita e chiusa una causa dando un colpo di martello su un supporto anch’esso di legno. Un vero e proprio simbolo che rappresenta il potere e l’autorità di dirigere e concludere un’impresa.

Lo stesso vale per i banditori delle aste di vendita che considerano aggiudicato un bene con un colpo di martello.

Uno strumento indispensabile

Utensile dai molteplici utilizzi: dal fissaggio di chiodi ad una parete, allo spaccare, infrangere, frantumare o sbriciolare diversi tipi di materiali rigidi, al battere per modellare una superficie di metallo.

Strumento indispensabile per falegnami, calzolai, muratori, orologiai, carrozzieri, fabbri, tappezzieri, scultori corniciai, alpinisti e tanto altro, assume forme e materiali specifici secondo l’uso, per la testa, la penna e il manico, pur mantenendo sempre il caratteristico e inconfondibile aspetto.

Le Parti del Martello

Il martello è costituito da una piccola massa, quasi sempre d’acciaio, fissata all’estremità di un manico, la quale viene battuta contro un oggetto allo scopo di esercitarvi una pressione.

In un martello si distinguono la bocca, superficie piana leggermente arrotondata ai bordi, la penna, porzione a cuneo, e l’occhio che riceve il manico (immanicatura).

La lunghezza del manico, il peso e la forma della massa sono variabili a seconda della destinazione dell’attrezzo.
Nel martello si distinguono la bocca, superficie piana leggermente arrotondata ai bordi, la penna, porzione a cuneo, e l’occhio che riceve il manico.

I martelli da falegname, ad esempio, hanno la penna divisa in due parti per estrarre i chiodi.

Quando si colpisce con la bocca del martello una superficie, la forza si distribuisce ugualmente in tutti i sensi; se invece colpisce con la penna la forza si concentra solo perpendicolarmente a questa.

Martello e Mazzetta Storia e Utilizzo Componenti Martello

Parti che compongono il Martello

Martello e Mazzetta Storia e Utilizzo

La pressione prodotta dal martello varia secondo il peso della massa e la velocità con cui viene dato il colpo: con un martello a mano di 0,5 kg e con velocità dell’urto di 10 mt al secondo si ottiene una deformazione profonda 1 mm.

È un errore credere che si possa ottenere lo stesso effetto colpendo con un martello più leggero ma con maggiore velocità perché, se questa oltrepassa un certo limite, il pezzo, invece di deformarsi, si spezza. Per questo, quando le dimensioni del pezzo da martellare aumentano, occorre aumentare il peso del martello.

Martello e Mazzetta Storia e Utilizzo Scolpiti nella Pietra

Scolpiti nella Pietra: sin. Sarcofago Etrusco; des. la pietra runica di Altuna, in Svezia

Martello e Mazzetta Storia e Utilizzo

Martelli Famosi

Il martello, soprattutto indicato come arma, si vede rappresentato anche in monumenti e dipinti dell’antichità e presso tutti i popoli, tra storia e leggenda.  Famosissimo il Martello del dio norreno Thor, conosciuto con il nome di Mjöllnir (Frantumatore).

Nel Silmarillion si parla di Grond, il Grande Martello da Guerra di Melkor Morgoth, Oscuro Signore dell’universo immaginario creato dallo scrittore J. R. R. Tolkien. 

Nel Medioevo il martello è molto usato come arma nella forma diversa da quello utilizzato dai fabbri. Aveva anch’esso la bocca o testa e la penna; quest’ultima poteva essere di varie forme, cosicché l’arma non era solo contundente, ma anche perforante, potendo trapassare le armature.

Carlo Martello (689-741) prese il soprannome da questa arma con la quale uccise un gran numero di Saraceni.

Nell’Armeria reale di Torino e in alcuni musei di Milano, di Venezia, di Firenze e in quello di Castel S. Angelo di Roma si trovano numerosi esemplari di martelli d’arme a mano.

Il Martello nello Sport

Si chiama martello l’attrezzo sportivo consistente in una sfera metallica compatta attaccata a una lunga corda pure metallica, terminante in una maniglia, il tutto del peso di kg. 7,257.

Il lanciatore del martello, in piedi su una pedana circolare, rivolto verso il lato opposto a quello verso cui deve avvenire il lancio, impugna l’attrezzo per la maniglia, gli fa compiere tre o quattro mulinelli sul suo capo, quindi effettua tre giri su sé stesso intorno al proprio asse verticale, avanzando sulla pedana; lancia infine il martello sopra la spalla sinistra irrigidendo il corpo e il braccio, e volgendosi poi immediatamente nella direzione del lancio.

L’origine di questo esercizio sportivo è probabilmente celtica. Da antica data esso è conosciuto nella Gran Bretagna, in Scozia e in Irlanda, dove si sono via via perfezionati tanto l’attrezzo quanto la tecnica del lancio.

(Merkel, Montemartini, Montandon, Borgatti, Maraini – Enciclopedia Italiana, 1934)

Martello e Mazzetta Storia e Utilizzo Lancio del Martello

Lancio del Martello (Credits: sportsoncall.com)

Martello e Mazzetta Storia e Utilizzo

Martello e Mazzetta Storia e Utilizzo Alcuni Tipi di Martello
Martello e Mazzetta Storia e Utilizzo Martello da Meccanico Total Italia

Martello da Meccanico Total Italia

Martello e Mazzetta Storia e Utilizzo Mazzetta 1000 – 2000 g Total Italia

Mazzetta 1000 – 2000 g Total Italia

Martello 1300g THT74486 Total Italia

Martello 1300g THT74486 Total Italia

Logo Uniprice

Iscriviti alla Nostra Newsletter

RICEVI UNO SCONTO DI 10€
SUL TUO PRIMO ACQUISTO*

Iscriviti alla nostra lista e rimani aggiornato sulle ultime offerte e sulle novità nel settore degli elettrodomestici.

*spesa minima di 499€

Trattamento dei Dati

Sei iscritto, controlla la tua email per la richiesta di conferma.

Pin It on Pinterest

Share This

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi