Cucinare con il Girarrosto

Cucinare con il Girarrosto

Cucinare con il Girarrosto. Di UniPrice.
La cottura della carne sul fuoco fu la prima conquista gastronomica dell’uomo primitivo. Naturalmente, a nessuno è ben chiaro come si arrivò a tale scoperta.

Possiamo solo immaginare che la cottura avveniva ponendo la carne direttamente sul fuoco vivo, poi su pietre calde e solo in seguito si pensò di infilzare pezzi di carne su un’asta per evitare che la carne si bruciasse troppo o si sporcasse di cenere.

Questa asta metallica denominata “spiedo” nel periodo medievale cominciò ad essere ruotata affinchè la cottura fosse uniforme, permettendo alla fonte di calore di raggiungere tutta la superficie della carne o del pollame.

Cucinare con il Girarrosto Addetti alla Cottura Medioevo

Cucina Medievale, Addetti alla Cottura (Ph. da: Spiedo dell’Alta Marca)

Cucinare con il Girarrosto

Personale Specializzato

Abbiamo già visto in alcuni dei nostri precedenti articoli sulla Storia degli Elettrodomestici, che in epoca medievale, nei castelli d’Europa, le grandi cucine erano caratterizzate dalla presenza di imponenti camini che per il loro corretto funzionamento necessitavano di numerosissimo personale.

La cura del fuoco del camino richiedeva la figura dell’Hasteur cioè colui che era incaricato di girare manualmente e con attenzione il ferro su cui erano infilzati gli arrosti affinchè cuocessero bene.
Altrettanto importante è la figura del Soffiatore assunto con il preciso compito di ravvivare il fuoco con il soffietto.

Il Genio di Leonardo per la Cucina

Leonardo da Vinci, uomo curioso per natura, realizzò due tipi di Girarrosto per facilitare il lavoro di coloro che, nelle grandi cucine dei castelli, erano preposti a tale operazione.

Nel suo Codice Atlantico sono riportati due bozzetti per altrettanti automatismi per girarrosto: uno capace di sfruttare l’energia dell’aria calda prodotta dal fuoco, l’altro azionato da un contrappeso.

E’ possibile vedere uno di questi girarrosti leonardeschi e il suo funzionamento presso le cucine della villa medicea La Ferdinanda ad Artimino (Prato).

Cucinare con il Girarrosto Caminetto Villa La Ferdinanda - Artimino

Girarrosto di Leonardo – Villa La Ferdinanda ad Artimino (Prato)

Cucinare con il Girarrosto

Cucinare con il Girarrosto Il Pillotto

Antico sistema del Pilotto

Cucinare con il Girarrosto

Cucinare con il Girarrosto arricchito dal Pilotto

Alcune fonti identificano il 1450 come l’anno della prima introduzione dello strumento meccanico dello spiedo in una rotisserie francese. Era la naturale estensione delle lance di ferro usate per cacciare gli animali.

La continua e cadenzata rotazione, manuale o meccanica, del girarrosto contribuisce a rendere la carne saporita, appetitosa e rosolata in modo uniforme.

In alcune regioni d’Italia, ancora oggi si arricchisce di sapore la cottura delle carni allo spiedo aromatizzandole con il Pilotto. Una tradizione culinaria antica, che nasce nelle case di campagna quando si cucinava la carne allo spiedo sopra il fuoco del camino di casa, a fuoco lento.

Questo condimento consiste in una fetta spessa di lardo avvolta in carta paglia e posizionata vicino al fuoco affinchè il calore faccia sciogliere lentamente il grasso, impregnando così la carta.

L’incarto deve essere infilzato con un forchettone per poi dare fuoco ad una delle due sue estremità.
Piano piano cominceranno a colare delle gocce bluastre di grasso infuocato che andranno a cadere sulla carne che deve continuare a girare, insaporendola.

Se non abbiamo il camino per questo tipo di cottura, possiamo adoperare il Pilotto dopo aver tolto la carne dal forno dotato di Girarrosto, posta su un vassoio e irrorata dalle gocce del lardo sciolto.

Le gocce hanno una temperatura altissima: cadendo sopra la carne già cotta conferiscono alla nostra pietanza un sapore eccezionale.

I Forni Dotati di Girarrosto

Se si è appassionati di cottura allo spiedo può valere la pena decidere di acquistare un Forno dotato di Kit Girarrosto. In questo caso, lo spiedo o schidione è posto su un apposito supporto poggiato su un vassoio. La cottura è garantita dal grill del forno, posto sulla parete superiore.

La carne, prima di essere cotta, va condita con sale ed erbe aromatiche. L’olio in questo tipo di cottura è superfluo, in quanto è sufficiente il grasso presente nella carne che poi sarà raccolto nella teglia alla base del girrarosto e facilmente eliminato, oppure lo si può utilizzare per insaporire e cucinare le patate arrosto.

Il segreto che rende la carne cotta al Girarrosto morbida e succulenta è la cottura lenta. Il calore prolungato trasforma gli zuccheri e le proteine in una gustosa crosticina. Ciò evita la dispersione dei liquidi durante la cottura e la carne risulta croccante all’esterno e morbida all’interno, conservando tutto il sapore.

Cucinare con il Girarrosto Cucina Smeg B9GMBI9 con Girarrosto

Cucina Smeg B9GMBI9 con Girarrosto

Cucinare con il Girarrosto

Il Girarrosto è particolarmente adatto alla cottura del pollame. La pelle di un pollo risulterà croccante: il grasso, sciogliendosi, insaporisce la carne, mentre la pelle si colora in modo uniforme rendendo anche l’aspetto del cibo più attraente.

Cucinare con il Girarrosto Forno Lofra con Girarrosto

Forno Elettrico Lofra FFV6TEE con Girarrosto

Cucinare con il Girarrosto

Cucinare con il Girarrosto Forno Lofra FQS9TEE con Girarrosto

Forno a Gas Lofra con Girarrosto FQS9TEE

Cucinare con il Girarrosto

Cucinare con il Girarrosto Forno Lofra con Girarrosto

Forno Multifunzione Lofra con Girarrosto FOS69EE

Cucinare con il Girarrosto

Logo Uniprice

Iscriviti alla Nostra Newsletter

Iscriviti alla nostra lista e rimani aggiornato sulle ultime offerte e sulle novità nel settore degli elettrodomestici.

Trattamento dei Dati

Sei iscritto, controlla la tua email per la richiesta di conferma.

Pin It on Pinterest

Share This

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi